Ottavio Dantone – Benedetto Marcello

Ottavio Dantone

O T T A V I O   D A N T O N E

C L A V I C E M B A L O

Benedetto Marcello

Tutte le musiche per tastiera nelle biblioteche di Venezia
Prima registrazione mondiale dalle fonti manoscritte.

Anche tenendo conto di possibili presenze di manoscritti in collezioni private (dunque non facilmente accessibili), il progetto discografico che prende in considerazione le opere per tastiera di Benedetto Marcello conservate in forma manoscritta trova terreno fertile in Laguna, dove è presente la maggior parte delle tracce che il nobile dilettante della Maddalena lasciò in questo ambito, che – sebbene minoritario rispetto al patrimonio vocale – risulta più che cospicuo. Ben bilanciate nei principali fondi archivistici della Serenissima, se si eccettuano la Fondazione Levi e l’I.R.E. (il cosiddetto Ospedaletto), dove il genere non è rappresentato, le musiche destinate da Benedetto Marcello all’esecuzione clavicembalistica (e in un solo caso concepite per l’organo) appaiono assai significative ed in ogni caso determinanti per tracciare un quadro esaustivo di un importante capitolo per la musica per tastiera italiana ed europea. Il progetto di incisione integrale ha trovato in Ottavio Dantone il protagonista più autorevole oggi possibile nel panorama clavicembalistico mondiale. Nella fase di studio, ancora in corso, è emersa anche l’opportunità di registrare alcune cantate di Benedetto Marcello conservate nelle medesime biblioteche.

Fonti veneziane:

Biblioteca Nazionale Marciana
Biblioteca della Fondazione Querini Stampalia
Biblioteca del Conservatorio Benedetto Marcello
Cantate: Biblioteca Nazionale Marciana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *