24 Gennaio 2014

Vaccaj su Classicaonline

Recensione a cura di Bruno Belli. “Ancora oggi il suo Metodo pratico di canto italiano per camera in quindici lezioni e un’appendice, pubblicato a Londra, durante il soggiorno tra il 1830 ed il 1833, si presenta come uno dei trattati didattici più importanti per coloro che apprendono e che si esercitano nell’arte lirica” e ancora – dall’allievo Girolamo Alessandro Biaggi – “Il canto del Vaccai era il canto come lo definirono gli antichi filosofi greci: una delizia dell’anima. Cantante di tanta e così rara perizia, il Vaccaj fu un insegnante di quel principalissimo ramo dell’arte musicale come non ve ne furono mai che ben pochi, e, ai suoi giorni, come diceva Rossini, unico.”

 

240114

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *