Ruggero Laganà (clavicembalo)

Rarità oggi coniugare l'attività di compositore a quella di concertista, cosa usuale nel passato. Oltre a dedicarsi all'insegnamento, Ruggero Laganà compone musica e suona il clavicembalo, il fortepiano e il pianoforte. Ha vinto undici Concorsi Internazionali di Composizione di Musica Contemporanea (3 Premi Rai 1979, 1982, 1985, Premio Guggenheim per la Musica 1982, 2 Premi Varese 1978, 1980, 2 Premi Petrassi 1993,  per la musica da camera e per la composizione per Orchestra, Premio Guido d'Arezzo 1992, Viotti 1994, Valentino Bucchi Roma 1979)  che lo hanno portato ad avere esecuzioni e commissioni nelle più importanti rassegne e Festival di musica contemporanea: Biennale Venezia, Scala di Milano, Comunale di Bologna, Fondazione Dragoni e Società del Quartetto di Milano,  Centre Pompidou de Paris, Festival Avignon, di Lille, di Berlino, Eseguito a NewYork, Tokio, Kioto, Buenos Aires, Montreal, Vienna, Londra, Orleans, Ginevra, Città del Messico, ecc. le sue composizioni sono edite Suvini Zerbini-Sugar. Ha composto due opere musicali/teatrali che sono state rappresentate rispettivamente alla Piccola Scala nel 1982 e al Piccolo Teatro di Milano nel 1992. Vincitore di vari Concorsi clavicembalistici Internazionali a Bologna 1987, a Roma 1987, a Parigi 1987 (nel 1989 ha fatto parte della Giuria Internazionale con i più grandi clavicembalisti del mondo e composto il brano d'obbligo nella sezione clavicembalo contemporaneo). Ha tenuto più di mille concerti di musica antica e contemporanea: solistici, da camera e con orchestra, collaborando  con musicisti e artisti di varia area artistica e di fama internazionale. Ha eseguito melologhi con Lella Costa, Ugo Pagliai, Ottavia Piccolo. Ha realizzato cd e dvd con Amadeus, Stradivarius,  FonitCetra, Concerto, oltre che registrazioni radiofoniche e televisive con emittenti italiane, europee, in Giappone e in Canada. Nel DVD di Francesco Leprino su Domenico Scarlatti (2007) è il protagonista al clavicembalo (esecutore di 10 Sonate elaborate poi da S.Sciarrino, A.Corghi, G.Gaslini, le Orme, M.Pisat, A.Cappelletti. G. Falzone, ecc) e compositore di un lavoro ispirato ad una Sonata del musicista napoletano. E' del 2010 la pubblicazione del cd Amadeus con i Canti polacchi, mazurke e  polacche di F.Chopin eseguite con un fortepiano Pleyel originale del 1940 e con il mezzosoprano Urszula Kryger. Di prossima uscita un nuovo DVd con le sue elaborazioni da L'Arte della Fuga di J.S.Bach (in collaborazione con l'amico compositore A.Solbiati) sempre del regista F.Leprino. E' Docente al Conservatorio G.Verdi di Milano di Armonia e di Tastiere storiche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *