Nicola Fiorenza

(? – Napoli 1764)

A lungo docente di violino e violoncello al Conservatorio di Santa Maria di Loreto, i suoi modi estremamente violenti verso i ragazzi, ne provocarono infine, come ricorda Salvatore Di Giacomo, l’allontanamento: li bastonava, li minacciava con la spada.

Troppo, anche in tempi in cui i didatti non si distinguevano certo per tenerezze.

Bravo e potente, sostituì Domenico de Matteis in qualità di primo violino della Cappella Reale. “Nel sonare questo strumento non avea in quel tempo chi lo eguagliasse”, scrive il Villarosa. Fu maestro di Antonio Sacchini, che imparò bene il violino e poi, per consiglio dello stesso didatta, capì che “per sonar meglio bisognava conoscere a fondo la Musica… e si dispose ad andar nella scuola di Durante”.

(dalle note di Sandro Cappelletto)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *