Massimo Polidori

Nasce in una famiglia di musicisti e intraprende gli studi presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida del Maestro Renzo Brancaleon. Diplomatosi con il massimo dei voti ha poi proseguito gli studi al Conservatorio Superiore di Musica di Ginevra aggiudicandosi il Primo Premio di “Virtuositè” e il premio speciale destinato al miglior diplomato dell’anno. In questa occasione ha eseguito il concerto di Schumann con l’Orchestra della Suisse Romande, successivamente diffuso dalla Radio Svizzera.
Grazie ad una borsa di studio conferitagli  dalla “De Sono Associazione per la Musica” ha partecipato a corsi di perfezionamento tenuti dai Maestri A. Janigro, M. Brunello, D. Grousgurin, A. Baldovino e D. Schafran.
Ha debuttato a sedici anni eseguendo le “Variazioni rococo” con l’Orchestra Filarmonica di Sofia, e successivamente sempre da solista ha collaborato con l’Orchestra da Camera di Mantova, Camerata Bern, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra Cherubini, Filarmonica della Scala.
In veste di violoncello solista della Camerata Bern, ruolo che ha ricoperto per cinque anni, ha collaborato con artisti quali H. Holliger, A. Chumachenco, T. Zehetmair, R. Lupu, A. Schiff, con i quali ha inciso per la Philips Decca, Berlin Classic ed ECM svolgendo un’intensa attività concertistica che lo ha portato nelle più prestigiose sale Europee e Statunitensi. Nello stesso periodo è stato titolare della cattedra di violoncello presso il Conservatorio di Musica di Fribourg. Attualmente insegna alla Mahler Accademie (Presidente Claudio Abbado).
Massimo Polidori è tra i fondatori del “Trio Johannes” con il quale ha inciso l’integrale dei Trii con pianoforte di Brahms (per la rivista Amadeus). Questa formazione  cameristica è stata premiata al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Trieste e a quello di Osaka ed è risultata vincitrice del “Concert Artists Guild Competition” di New York. Il trio ha recentemente debuttato alla “Carnegie Hall” di New York, riscuotendo un grande successo di pubblico e critica.
Nel 2000 è stato scelto dal Maestro Riccardo Muti per ricoprire il ruolo di Primo violoncello nell’orchestra del Teatro alla Scala.
Dal 2001 è il violoncellista del “Quartetto d’Archi della Scala“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *