Maria Carla Curia

Nata a Cosenza, conduce i suoi studi a Bologna, diplomandosi in Canto presso il Conservatorio di Musica “G. B. Martini” (M° Marta Taddei) e laureandosi in D.A.M.S. con una tesi in Filosofia della musica dal titolo «Il Traité de la voix» nell’Harmonie universelle di Padre Mersenne.
Dal 1998 al 2000 collabora come solista con l’«Symphonia Ensemble» eseguendo il Magnificat di Bach, Laudate Pueri RV 602 e Lauda Jerusalem di Vivaldi.
Dal 2000 al 2001 collabora come solista con l’ensemble “Il Ruggiero” diretto dal M° Marcante debuttando con successo i ruoli di Amore e Melanto ne Il ritorno di Ulisse in patria di Claudio Monteverdi (2000, Italia, Francia, Germania, Stati Uniti e Canada); il ruolo di Ismaele Agar e Ismaele  esiliati in Egitto di A. Scarlatti (2001, Bologna, Oratorio dei Filippini); il ruolo di David in  Davidis Pugna et Victoria di A. Scarlatti (2001,”Festival Scarlatti” organizzato dalla Fondazione Teatro Massimo di Palermo); Venere ne Il Ballo delle Ingrate di Claudio Monteverdi (2001, Canada). Con l’Ensemble “Il Ruggiero”, oltre ad altri numerosi concerti, partecipa al progetto “Da Monteverdi a Verdi” interpretando musica di Monteverdi e Verdi in importanti sale da concerto e teatri di Stati Uniti e Canada. Nello stesso periodo partecipa al Vapensieroday in streaming mondiale da New York (2001).
Dal 2000 collabora attivamente con lo “Scarlatti Camera Ensemble”, con il quale partecipa al progetto teatrale Il melodramma barocco. La poetica della meraviglia, (dir. M° Francesco Baroni e M° Sara Dieci, Trento – Modena, 2000).
Nel 2003 debutta il ruolo di Cannetella ne Lo Matremmonio annascuso di L. Leo nel corso del “Sassuolo Musica Festival” con l’Orchestra Toscanini di Parma sotto la direzione del M° Alessandro D’Agostini e la regia M° Giorgio Napolitano.
Nel 2004 esegue lo Stabat Mater di Rossini, con l’Orchestra “Toscanini”, sotto la direzione del M° Romano Gandolfi (Busseto, Chiesa della Collegiata di S. Bartolomeo e Lugo, Teatro Rossini).
Tra il 2004 e il 2006 partecipa alle prime esecuzioni in assoluto delle opere del M° Maurizio Agostini Mandragola (Palazzo Alidosi, Castel del Rio, 2005), e L’angelo di gesso (Barga, teatro dei Differenti; Olanda, Den Haag, Teatro Pierrot, 2005; Teatro Verdi di Pisa, 2006).
Nel 2006 il debutta nel ruolo di Musetta nella Bohème di Puccini sotto la direzione del M° Paolo Candido e la regia del M° Paolo Miccichè (Orvieto, Teatro Mancinelli, 2006).
Nel 2007 è ospite dell’«Amiata Piano Festival» con un concerto dedicato alle cantate italiane del Settecento.
Dal 2007 collabora come solista con la cappella musicale di Santa Maria dei Servi di Bologna con cui esegue Gloria RV 610, Nulla in mundo pax sincera di Vivaldi,  Missa Brevis in D, Vesperae Solemnes de Confessore e Kronungs Messe di Mozart (2007), Messa in Si minore di Bach (2008).
Nel febbraio 2008 debutta come Clorinda ne La Cenerentola di Rossini presso il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto sotto la direzione del M° Giuseppe La Malfa e la regia del M° Alessio Pizzech. Nel giugno dello stesso anno lo spettacolo verrà replicato in Giappone e in settembre in molti teatri dell’Umbria.
Nel maggio 2008 presso il Piccolo Teatro Regio Puccini di Torino interpreta Clorinda in Cenerentola, ovvero Angelina e la magia del cuore, Melodramma giocoso liberamente ispirato a La Cenerentola di Gioachino Rossini. Adattamento drammaturgico e regia di Roberta Cortese Adattamento musicale di Carlo Pavese, Allestimento del Teatro Regio Torino, Progetto teatrale Associazione Baretti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *