Lydia Cevidalli per il Giorno della Memoria

La violinista Lydia Cevidalli, fondatrice dell’Ensemble Salomone Rossi, in un’intervista a Critica Classica:

“Signora Cevidalli, che ruolo deve avere la musica nelle celebrazioni del “Giorno della Memoria”?
Può servire a ricordare il contributo del mondo ebraico alla cultura occidentale. La musica è la dimostrazione che il dialogo tra diverse culture e religioni è possibile. Nonostante una storia millenaria di persecuzioni, gli ebrei hanno sempre voluto uscire fuori dal ghetto e aprirsi al mondo. E’ accaduto anche con i musicisti: è esemplare il caso di Salomone Rossi, l”hebreo di Mantova” che nel Seicento lavorò alla corte del duca Vincenzo Gonzaga e collaborò con Monteverdi.”

Da Avraham Caceres a Salomone Rossi, sino a Christian Joseph Lidarti: questi alcuni degli autori delle musiche che potete ascoltare nel CD “Jewish Baroque Music“, che fa un affascinante spaccato di musica ebraica dell’età barocca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *