Luigi Pagliarini

Si diploma nel '94 in Clarinetto, nel '97 in Canto lirico e recentemente in direzione d'orchestra col massimo dei voti. In questa disciplina, negli anni scolastici 2000-01 e 2001-02 ha vinto la borsa di studio “T. Gotti” del Conservatorio di Bologna; ha frequentato i corsi dell'Accademia di Musica di Pescara tenuti da Donato Renzetti e il corso della Scuola di Musica di Fiesole tenuto da Daniele Gatti. Nel settembre del 2002 è stato assistente di Luciano Acocella nella produzione dell'Adriana Lecouvreur di Cilea. Nell'aprile dello stesso anno ha diretto il coro in Pelléas et Mclisande di Debussy per “Ferrara Musica” (con la Mahler Chamber Orchestra diretta da P. Minkowsky). Ha diretto soprattutto gruppi da camera nel repertorio barocco ed è direttore stabile dell'orchestra dell'Associazione “Lo Schiaccianoci” di Reggio Emilia con la quale ha recentemente eseguito un programma del Novecento e per la rassegna “Piemonte in Musica” il Salve Regina di J. Haydn per soli, organo e orchestra e i Salmi di P.B.Bellinzani per soli, coro e orchestra. Nel 2004 ha frequentato in corso di dirczione tenuto dal maestro Deyan Pavlov con l'orchestra “Vratza State Philharmonic” in Bulgaria e ha diretto Re Enzo di O. Respighi al Teatro Comunale di Bologna alla guida dell'orchestra G. B. Martini ottenendo un successo di critica e di pubblico. Nel mese di novembre ha diretto “Un ballo in maschera” di G. Verdi per l'ass. “Musicando insieme” di Mantova, nei teatri di Gonzaga (MN)e Avio (TN). Nel canto, per alcuni anni si è dedicato prevalentemente alla musica antica collaborando con il gruppo madrigalistico “Corte degli Estensi”, col quale ha vinto il premio “Rinascimento Europeo” per l'esecuzione di musiche di Monteverdi; in seguito con l'”Accademia degli Invaghiti” e con “Gli Affetti Musicali” (C. Chiavazza) ha inciso per Tactus e Stradivarius (Sigismondo d'India, Bellinzani, Albini). Lavora inoltre col “Concerto Italiano” (R. Alessandrini), “Laboratorio 87” (P.Urbinati), “Daltrocanto” (D. Tabbia), “Antiqua” (V. Di Donato), “Athestis Chorus” (F. Maria Bressan) con il quale ha partecipato alla tournee in America Latina nel 2004, “De Labiryntho” (W. Testolin), “Accademia del Ricercare” (P. Busca), “Atelier du Chant” (T. Colombotto). Come solista ha interpretato, nel repertorio lirico, il Candide di Bernstein nel ruolo del sultano, il Filosofo di Campagna di Galuppi (Teatro Bibiena di Mantova), la Manon Lescaut di Puccini nel ruolo di Edmondo (Teatro Bellini di Catania), Der Rosenkavalìer di Strauss (Rai di Torino). Nel repertorio da camera, varie opere di J. S. Bach – diverse Cantate, la Messa in si minore, l'Oratorio di Natale (Evangelista); inoltre Membra Jesu Nostri di Buxtehude, la Pelile Messe Solennelle di Rossini, Dichterliehe di Schumann e Winterreise di Schubert, i Lieder op. 64 di Brahms.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *