Vari

Lagrime mie

Uno straordinario viaggio musicale ci conduce dalla Mantova di Monteverdi alla Venezia della Strozzi, dalla Roma di Corelli alla Bologna di Martini, e dall’Italia di tutti questi all’Inghilterra di Purcell e Händel (che portavano nel cuore modelli italiani e francesi), toccando i diversi generi del madrigale, della cantata e dell’opera accanto a quelli del concerto grosso, della sinfonia e del pezzo di danza. In questa molteplicità di scorci, il tema comune è un mezzo sublime dell’espressione umana: il pianto per amore. Nel ‘600 diviene un vero e proprio genere, il lamento: come quello di Didone, nel Dido and Eneas di Henry Purcell. Ci accompagnano in questa avventura struggente degli interpreti d’eccezione: l’Accademia degli Astrusi, diretta da Federico Ferri, e la voce straordinaria di Anna Caterina Antonacci.

 

Immagine di copertina: fotografia di Andrea Sacchi Staropoli.

Vedi i dettagli del titolo nel negozio

Un commento a “Lagrime mie”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *