Amburgo, 1833 – Vienna, 1897

Johannes Brahms

Altro talento precoce, a 10 anni dà il suo primo concerto pubblico, ma, essendo di modeste condizioni, contribuisce al bilancio famigliare continuando a suonare nei locali di Amburgo come il padre, musicista popolare.
A ventanni, conosce il grande violinista Joseph Joachim, che lo presenta a Liszt e a Schumann: quest’ultimo ne riconosce il genio e lo introduce nella sua cerchia famigliare, ricambiato da un affetto profondo (Brahms gli sta vicino sino all’ultimo insieme a Clara). La sua attività concertistica prosegue sino agli anni ’70, spesso con Joachim: benché non mostrasse una tecnica particolarmente brillante, Brahms incantava soprattutto per la qualità musicale delle sue esecuzioni.
Nel 1857 torna ad Amburgo dove dirige un coro femminile, attività che prosegue poi anche a Vienna, dove si trasferirà definitivamente: la particolare cura che il compositore riserva alla musica vocale deriva anche da questa lunga esperienza sul campo. Nella capitale asburgica Brahms farà altri incontri fondamentali: quello con Wagner e con il celebre direttore d’orchestra Hans von Bülow, che diverrà uno dei suoi principali estimatori. Negli ultimi ventanni della sua vita si dedica alla composizione.
Muore a Vienna nel 1897. Brahms è uno dei grandi musicisti dell’800 (la cosiddetta terza B: Bach Beethoven Brahms). In perenne bilico fra spirito romantico e forme classiche, in questa apparente contraddizione scopre la sua scrittura e la sua stessa poetica.
Fra le sue opere, tutte di altissimo livello (Brahms non fu certo compositore prolifico) si ricordano quattro Sinfonie, due Ouverture (Accademica e Tragica) e due Serenate, due Concerti per pianoforte e uno per violino, musica da camera con e senza pianoforte, opere per pianoforte solo (le 3 Sonate, la serie delle Variazioni, 4 Ballate, Valzer, Intermezzi e i pezzi delle opere 116, 177, 118 e 119), opere vocali con e senza orchestra, per organo e piè di 300 Lieder per canto e pianoforte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *