Johann Christian Bach

Johann Christian Bach (Lipsia, 5 settembre 1735 – Londra, 1º gennaio 1782) è stato un compositore tedesco.

Tra i maggiori compositori della sua epoca, compose prevalentemente musica in stile galante, pur inserendosi tra il novero dei principali precursori del classicismo viennese. Notevole fu la sua influenza sullo stile di Mozart.

Undicesimo figlio di Johann Sebastian Bach e di Anna Magdalena Bach, a quindici anni non ancora compiuti perse il padre, e questa sventura l’obbligò a recarsi a Berlino presso il fratello Carl Philip Emanuel per perfezionarsi in clavicembalo e composizione. I suoi progressi furono notevoli, tanto che qualcuna delle sue produzioni era già stata notata dal pubblico. La conoscenza di alcune cantanti italiane gli fece nascere il desiderio di visitare l’Italia.

Da Berlino nel 1754 partì quindi per l’Italia, fermandosi prima a Bologna per studiare con Padre Martini e in seguito a Milano, dove studiò sotto la guida di Giovanni Battista Sammartini e nel 1760 fu nominato organista della cattedrale, incarico che mantenne fino al 1762. A Milano scrisse due Messe, un Requiem, un Te Deum e altre opere. A tale periodo risale la sua conversione al cattolicesimo.

Si ignorano i motivi che gli fecero lasciare Milano, ma è certo che dopo essersene allontanato, nel 1762, partì alla volta di Londra. Qui non trascorse molto tempo prima di essere insignito della carica di musicista della regina e in seguito maestro di cappella.

Nel 1763 fece rappresentare la sua opera Orione o Diana vendicata, spettacolo che destò sensazione per la bellezza delle arie e i nuovi effetti degli strumenti a fiato. È in questo melodramma, infatti, che i clarinetti furono uditi per la prima volta in Inghilterra al Her Majesty’s Theatre di Londra. In questo periodo compose una parte seria per la cantante napoletana Anna De Amicis.

Il successo di quest’opera fu l’inizio della fortuna di Johann Christian Bach, che poté intessere relazioni con musicisti di notevole fama, come l’italiano Giovanni Battista Cirri, cosicché, a causa del successo ottenuto, Johann Christian (tranne un breve soggiorno a Parigi verso il 1780) prese fissa dimora a Londra, dove visse fino alla morte (1782), legando il suo nome a questa città, tanto da venire soprannominato, già in vita, il Bach inglese.

Morì prematuramente, povero e pieno di debiti.

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *