Lachen, Svizzera 1822 - Francoforte s.M., 1882

Joachim Raff

La raccomandazione di Meldessohn presso il famoso editore  Breitkopf and Härtel e una positiva recensione di Schumann, convinse il giovane Raff a dedicarsi alla composizone a tempo pieno, lavorando anche come assistente di Liszt a Weimar fra il 1850 e il 1853 (sembra abbia avuto una parte non secondaria nell’orchestrazione del poema sinfonico “Tasso”).
Benché la sua figura abbia conosciuto un rapido oblio, Raff fu uno dei piè celebri compositori tedeschi del suo tempo. Prolifico, la sua opera spazia dalle sinfonie e suites ai concerti, all’opera, sino alla musica da camera e per pianoforte solo. Conosciuta dal pubblico dei concerti è una cavatina per violino e pianoforte, eseguita spesso come bis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *