Parma 1535 – Aquileia 1582

Giorgio Mainerio

Nato a Parma, forse da padre scozzese (si firmava infatti Mayner), iniziò la sua carriera in ambito ecclesiastico concorrendo per un posto di cappellano ad Udine. Qui visse per circa un decennio tra il 1560 e il 1570 e decise di intraprendere anche la carriera musicale.
Nel frattempo pare avesse maturato l’interesse per le scienze occulte, tanto che il tribunale dell’Inquisizione di Aquileia aprì su di lui un’inchiesta, che non ebbe però nessuna conseguenza. Si trasferì ad Aquileia dove nel 1578 divenne Maestro di cappella della Cattedrale.
Morì nel 1582. Pur avendo scritto soprattutto per la Chiesa, dunque musica sacra, Mainerio è famoso per il repertorio profano, cui contrbibuì con Il primo libro de’ balli accomodati per cantar et sonar d’ogni sorte de instromenti di Giorgio Mainerio Parmeggiano Maestro di Capella della S. Chiesa d’Aquilegia, che vide la stampa a Venzia nel 1578 per i tipi di Angelo Gardano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *