Giacomo Antonio Perti

Giacomo Antonio Perti (Bologna, 6 giugno 1661 – Bologna, 10 aprile 1756) è stato un compositore italiano del periodo barocco.

Attivo soprattutto a Bologna, dove per oltre sessant’anni complessivi fu maestro di cappella nella cattedrale di S. Pietro e quindi nella basilica di San Petronio, nella basilica di S. Domenico, nella chiesa di S. Maria di Galliera e nell’Arciconfraternita di S. Maria della Morte. Fu maestro di Giuseppe Antonio Vincenzo Aldrovandini, Domenico Francesco Maria Micheletti, Giacomo Guccini, Pietro Paolo Laurenti, Giuseppe Torelli, Francesco Maria Mannucci e Giovanni Battista Martini, e perfezionò Francesco Antonio Pistocchi. Fu allievo di Petronio Franceschini, Lorenzo Perti (suo zio), Giuseppe Corsi da Celano.

Perti compose musiche teatrali, oratoriali, sacre e cantatistiche. La sua produzione nel genere sacro è ingente: oltre 120 salmi, 54 mottetti, 28 messe, 83 versetti. Nel genere della cantata – sono pervenute circa 150 composizioni – affermò d’aver appreso la lezione di Giacomo Carissimi, Antonio Cesti, Giuseppe Corsi e Luigi Rossi. Dedito in prevalenza alla musica vocale, si prestò in modo solo sporadico al genere strumentale puro, al quale aveva peraltro fornito un compositore eccellente nell’allievo Giuseppe Torelli.

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *