Ensemble Baschenis

L’Ensemble Baschenis prende il nome dal pittore bergamasco Evaristo Baschenis (1617-1677), considerato il maggior ritrattista di strumenti musicali in tutta la storia dell’arte figurativa.

Fondato nel 1993 da Giorgio Ferraris, Marco Luca Capucci e Alessandra Milesi, svolge la sua attività nell’ambito della musica antica basando il lavoro su una rigorosa ricerca filologica della strumentazione, della prassi esecutiva e della rivalutazione del repertorio originale. L’Ensemble ha al suo attivo anni di studio, ricerca, concerti e incisioni con tournée in Italia e all’estero e con multiformi esperienze nel campo della danza, del teatro e della didattica.
Nel corso degli anni ha sviluppato vari programmi sulla vocalità rinascimentale e barocca, sulla danza rinascimentale, sulla musica ebraica del ‘600 e ‘700 e sul repertorio mandolinistico del secolo XVIII.
La caratteristica strutturale della flessibilità di ciascuna formazione rappresenta una precisa scelta del gruppo. A una formazione di base si possono aggregare altri collaboratori configurando varie possibilità di concerti, secondo l’evento richiesto.
Nell’ambito della letteratura barocca per mandolino hanno collaborato vari solisti tra cui la mandolinista Dorina Frati, i violinisti Ruggero Fededegni e Enrico Groppo e il suonatore di violone Nicola Moneta. L’Ensemble ha partecipato a varie produzioni artistiche anche con gruppi musicali già organizzati, tra cui Donne venite al ballo per la danza rinascimentale, il Coro Anthem diretto da Paola Versetti, Il Coro di S. Biagio diretto da Fausto Fedeli e l’Ensemble vocale Il Meliloto per la polifonia rinascimentale e la vocalità barocca.
Sul repertorio mandolinistico del Settecento sono stati incisi quattro dischi con Ducale e Concerto Classics, esplorando sia il repertorio per uno e due mandolini sia quello per mandolino e violino.

All’indirizzo web www.baschenis.com è possibile scaricare alcuni demo e avere un’idea riassuntiva dell’intera attività.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *