Emy Bernecoli

Emy Bernecoli è una violinista italiana che negli ultimi anni si è distinta nel panorama musicale per la sua dedizione al patrimonio musicale italiano del secolo scorso.

Ha inciso per l’etichetta internazionale Naxos tre CD interamente dedicati ad altrettanti autori italiani del ‘900: Giorgio Federico Ghedini, Riccardo Pick-Mangiagalli e Ottorino Respighi. Ha inciso l’opera completa per violino e pianoforte dei sopracitati autori ed in particolare quella di Ghedini e di Pick-Mangiagalli in prima mondiale assoluta. I suoi dischi hanno ricevuto l’eccellenza sulle riviste nazionali,  Musica e Amadeus, ed internazionali quali Gramophone , The Strad, Ritmo, American Record Guide, BBC Music Magazine e la nomination all’ International Classical Music Awards  nel 2014 e nel 2016, e il Land Mark Recording nel 2017.

Emy Bernecoli è una grandissima conoscitrice ed estimatrice delle musiche di Respighi. Ha pubblicato e revisionato alcuni suoi inediti: la Giga e Allegretto vivace per violino e pianoforte per la casa editrice italiana Suvini Zerboni di Milano presenti nei suoi cd, la Fuga per quartetto d’archi per la Ut Orpheus di Bologna, il Minuetto per archi di Ottorino Respighi  per Armelin di Padova e la Sarabanda per violino e pianoforte per l’editore internazionale Schott.

La sua dedizione alla musica italiana ha portato alla luce anche un capolavoro di Fiorenzo Carpi ( Concertino per violino e pianoforte) che sotto la sua direzione e revisione ha visto la prima edizione a stampa nel 2014 (ESZ edizioni) recentemente inciso per Decca e il Concertino per arpa, violino e orchestra di Antonio Puccetti e le 12 Fantasie per violino solo di Georg Philipp Telemann in una doppia edizione critica e urtext per Armelin Musica.

È stata ospite di diverse trasmissioni radiofoniche e ha trasmesso concerti live per il programma ‘La stanza della musica’ di RaiRadio3, per la RSI (Radio Svizzera Italiana), Radio Diva, Delta Radio, IMD music and web e  Radio Vaticana.

Il suo stile interpretativo unico nasce dalla sua personalità e in essa si completa, capace di sintetizzare in un connubio equilibrato tradizione e freschezza interpretativa, romanticismo e rigore ritmico, cantabilità ed energia tecnica.

Suona un violino del liutaio bolognese Luca Mazzetti del 2017, allievo di Otello Bignami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *