Cristina Ariagno

Cristina Ariagno in questi anni si è dedicata all’esecuzione dei compositori francesi del periodo che va dagli anni ’80 dell’Ottocento fino alla seconda guerra mondiale. Ha registrato l’opera integrale di Satie, ma anche brani di compositori ingiustamente dimenticati come Louis Aubert, Germaine Tailleferre, brani di Lilì Boulanger… Senza dimenticare opere più conosciute, tra quelle di Debussy (tutta la musica da camera con pianoforte) o Ravel. La sua passione per l’Art Nouveau la spinge a conoscere meglio Reynaldo Hahn, e numerosi anni di ricerche le hanno permesso di scoprire molti inediti di cui ci offre qui la prima registrazione.

Dopo numerosi anni di concerti, ha inciso per la storica casa Nuova Era, per Arts, Timpani, e gran parte delle registrazioni sono state pubblicate da Brilliant Classics.

Tra i collaboratori artistici ricordiamo Massimo Marin, Christian Bellisario, Gabriella Bosio, Claire Gouton, Pierluigi Puglisi, Manuel Zigante… Ha revisionato alcuni brani per Editions Lemoine e Heugel.

Attiva anche nell’arte contemporanea, è spesso chiamata da Musei d’arte Contemporanea per performance legate alla ricerca dell’arte totale, come nel caso di Satie con Vexations. È stata invitata al Ferdinandeum di Innsbruck, a Montreal, alla GAM di Spoleto, a Lyon.

Torinese di nascita, vive e lavora a Romano Canavese.

Le registrazioni contenute nei quattro dischi dedicati a Reynaldo Hahn e pubblicati da Concerto Classics, sono state effettuate a Sacile nell’Auditorium Fazioli, dotato di un’acustica molto dinamica e di un riverbero naturale avvolgente. Il pianoforte usato, un Gran Coda F-278 è stato battezzato «Mago Merlino» grazie alle sue proprietà sonore ricche di sfumature. Durante le registrazioni, Andrea Mescalchin ha effettuato le riprese per il documentario “Le piano de Reynaldo Hahn“, anch’esso incluso in questo cofanetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *