Coro Polifonico Castelbarco di Avio

Un’attività quarantennale contraddistingue il Coro Polifonico Castelbarco di AVIO (Trento), che dal 1985 è diretto dal M° Luigi Azzolini, sotto la cui guida ha tenuto concerti in Italia, Austria, Polonia, Germania Svizzera e Repubblica Ceca. Premiato in concorsi nazionali ed internazionali, è chiamato alla collaborazione in importanti manifestazioni musicali nazionali ed internazionali. Il coro ha inoltre eseguito varie opere prime di compositori fra i quali si ricordano: Ottone Tonetti, Armando Franceschini, Denev Zwetan, Sandor Kiss, Roger Davidson, Felix Resch, Gianfranco Grisi, Orlando Dipiazza, Francesco Valdambrini, Riccardo Giavina, Giovanni Carli Ballola, Nicola Straffelini, Angelo Mazza, Cosimo Colazzo.

Nell’ottobre del 1998 ha partecipato alla produzione de La Traviata di G. Verdi, (Prima Stagione Lirica del Centro S. Chiara di Trento con l’Orchestra Haydn dir. D. Lucantoni), nel 1999 diretti dal M° K. Martin è stato impegnato nel Barbiere di Siviglia di G. Rossini. Di grande rilievo artistico è stata la partecipazione allo “Spoleto Festival ’99” – Concerti corali di musica sacra curati da Gian Carlo Menotti e Johannes Streicher con un programma di brani a cappella, anche in prima assoluta, esecuzioni salutate con grande successo di critica. Nello stesso anno è stato impegnato nell’allestimento del Don Giovanni di Mozart, al Teatro Filarmonico di Verona, sotto la direzione del M° C. Rovaris, e nel Festival “Musicantica” di Trento con l’esecuzione di brani della Scuola Policorale Romana presenti nel fondo Feininger. Invitato a “Perosiana 2000” per l’esecuzione delle “Messe vocali-strumentali di Lorenzo Perosi” vi è ritornato nel 2004 proponendo la Resurrezione di Cristo -con concerti ad Imola e Torino- registrata in prima mondiale per la Bongiovanni, e nel 2007 per l’esecuzione e registrazione dell’Oratorio Il Natale del Redentore, sempre sotto la direzione del M° Arturo Sacchetti.

Nel 2000 ha partecipato, unito ad altre compagini corali, all’allestimento della Messa da Requiem di Giuseppe Verdi, diretto dal M° Georg Schmöhe e dal M° C. Mandeal nella successiva ripresa. Sotto la direzione del M° Luigi Azzolini ha proposto, in collaborazione con l’Orchestra Accademia I Filarmonici, la Grosse Messe K 427 in do min. ed il Requiem di W. A. Mozart. Nel 2002 ha preso parte a due prime esecuzioni nazionali, entrambe in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica “Haydn”, per il Festival di Musica Sacra di Trento e Bolzano presentando il Requiem di J. Rutter, e assieme al Coro del Teatro Sociale di Trento, la Messe Solennelle di H. Berlioz.

Nel 2003, nella stagione dell’Orchestra “Haydn”, ha interpretato musiche da film, composte e dirette dal M° Riz Ortolani, nell’ambito del Festival di Musica Sacra, musiche di Buxtehude, Cimarosa e Hummel, in estate il Requiem di W. A. Mozart sotto la direzione del M° O. Rudner ed infine, la Creazione di F. J. Haydn, sotto la direzione del direttore artistico M° G. Kuhn (ripresentata nel settembre 2004 nella Cattedrale di Pisa).

Nel 2006, il Coro Castelbarco – chiamato dal m° G. Kuhn a far parte integrante del “Coro Haydn” – ha partecipato alla produzione della Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven, per il Festival di Musica Sacra. Ha proposto in prima esecuzione assoluta, diretto dal M° Luigi Azzolini, il secondo oratorio di Camillo Moser “Akathistos” per soli coro e orchestra e l’Harmoniemesse di F. J. Haydn; per la Stagione dell’Associazione Filarmonica di Rovereto ha presentato, con l’Orchestra Haydn, il Requiem di G. Faurè sotto la direzione del proprio maestro, riproposto anche nel 2008 in ricordo di Gianna Pederzini.

Nel dicembre 2008 vi è il ritorno a Vipiteno ed al Mozarteum di Salisburgo con il M° Gustav Kuhn per l’esecuzione Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven. Nei primi giorni del mese di maggio 2011, il Coro Castelbarco, ha presentato, in prima nazionale, il Requiem di Bob Chilcott per soprano, tenore, soli, coro ed ensemble strumentale.

Nel luglio del 2011 il coro riceve il premio “Totemblueart” per l’arte, come miglior espressione musicale nell’ambito trentino.

Nell’aprile del 2012 viene pubblicato l’ultimo lavoro discografico del coro, Romancero Gitano di M. Castelnuovo-Tedesco, con alla chitarra il M° G. Tampalini.

In occasione delle festività Natalizie 2012 il Coro Castelbarco ha eseguito ad Avio, Desenzano e Verona il Magnificat in Re magg. BWV 243 di J. S. Bach in collaborazione col gruppo strumentale “I Virtuosi Italiani”.

Per festeggiare i 40 anni di attività, nel mese di giugno 2013 il Coro Castelbarco ha proposto una momento musicale alla Pieve Romanica di Avio, che lo ha visto impegnato nell’esecuzione, fra altri brani, del Gloria di A. Vivaldi assieme all’ensemble “I Cameristi di Rovereto”.

Nel mese di maggio 2014, chiamato dal M° B. Chilcott per eseguire il suo Requiem, il Coro si esibirà al Lincoln Centre di New York City in occasione della Giornata della Memoria statunitense.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *