Verona, 1470 – Venezia ?, 1535

Bartolomeo Tromboncino

Si hanno poche notizie della sua vita: si sa che fu un trombonista come dice il suo stesso nome e che spesso suonava questo strumento. Pare che abbia trascorso la maggior parte della giovinezza a Mantova alla corte dei Gonzaga.
Nel 1499 sappiamo che uccise la moglie sorprendendola con il suo amante. Agli inizi del 1500 si trasferisce alla corte dei Borgia a Ferrara al servizio della celebre Lucrezia. Qui compone degli intermedi, o intermezzi, vale a dire brani musicali composti per degli spettacoli che venivano eseguiti nelle pause fra gli atti e le scene delle commedie teatrali. Possono essere considerati come gli antecedenti dell’opera, che da questo nucleo nascerà circa settantanni più tardi.
Verso il 1520 si trasferisce a Venezia ove muore pochi anni prima che venga pubblicato il Primo libro di Madrigali di Philippe Verdelot (stampato nella stessa città nel 1533), che darà inzio alla grande stagione del madrigale.
La composizione cui si associa il nome del Tromboncino è invece la frottola. La parola “frottola” (dal latino medievale: frocta, parole o pensieri affastellati) risale al XII secolo e inizialmente indicava un genere di poesia dalla metrica irregolare con rime disposte a caso.  Musicalmente, invece la frottola, che nasce nella seconda metà del 1400, è una composizione a tre o quattro voci (Superius o Cantus, Altus, Tenor e Bassus):  la voce dal tono più alto, Cantus o Superius, che contiene la melodia, era affidata alla voce solista, mentre il Tenor ed il Bassus erano affidati a voci oppure ad uno o più strumenti (di solito il liuto, oppure cembalo o organo). La linea del canto prevale così sulle altre parti, che in genere fungono da accordo. La frottola evita così la complessità del contrappunto, preferendo la linearità della melodia. genere che venne frequentato per circa un secolo. Celebre la sua: Chi se fida de fortuna.  Scrisse anche musica sacra, fra cui ricordiamo le Lamentazioni di Geremia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *