Torino 1883 – Roma 1947

Alfredo Casella

Torinese, il giovane Casella si forma musicalmente a Parigi ove studia pianoforte con il celebre virtuoso  Louis Diémer e composizione con Gabriel Fauré, divenendo da un lato un apprezzato pianista (tra l’altro, fonda, con Bonucci e Poltronieri, una formazione che diverrà presto molto famosa: il Trio Italiano), dall’altro uno dei principali rappresentanti della cosiddetta generazione dell’Ottanta, insieme ad Alfano, Malipiero, Pizzetti e Respighi.
Musicologo e didatta, ha curato la revisione di numerose opere per pianoforte ed ha contribuito alla riscoperta di Vivaldi.
Fra le sue opere, molto eseguite sono i suoi divertissement sugli autori del passato come la celebre Scarlatiana. Divertimento su musiche di Domenico Scarlatti per pianoforte e piccola orchestra del 1926, la Paganiniana, divertimento per orchestra op.65 del 1942, vari Concerti, Sinfonie  e pezzi per pianoforte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *