Alessandro Stradella Consort

Il complesso vocale e strumentale Alessandro Stradella Consort, già Camerata Ligure, è stato costituito nel luglio del 1987 da Estévan Velardi, riunendo alcuni dei migliori strumentisti e cantanti specializzati nell’esecuzione del repertorio barocco italiano con strumenti originali. Per i repertori del periodo Classico-Moderno, il complesso si avvale tuttavia anche di strumenti conformi al periodo indagato. L’indagine musicale spazia dal Rinascimento al Contemporaneo, variando così al suo interno la formazione strumentale e vocale: dal Duo strumentale e/o vocale-strumentale, alla grande formazione operistica e oratoriale con solisti, di canto, coro e numerosi strumenti.

Particolare cura ed attenzione viene dedicata alla ricerca di musiche inedite o di rara esecuzione del Seicento e Settecento italiano. Dal 1990 l’Alessandro Stradella Consort dedica al grande musicista, di cui porta il nome, molta attenzione ed interesse. Di Alessandro Stradella, infatti, come già annunciato sin dalla pubblicazione della serenata epitalamica Il Barcheggio, è prevista la registrazione della vastissima opera vocale-strumentale che ci è pervenuta. Tra tutte le diverse composizioni eseguite e fino ad oggi registrate, si sottolinea l’importanza della riscoperta dell’opera inedita La Doriclea, ritenuta dalla musicologia contemporanea come perduta, ma eseguita in un teatro pubblico nel maggio del 2004 in prima mondiale. Autentico capolavoro suo e del ‘600 italiano rinvenuto dopo alterne e avventurose vicende dallo stesso fondatore dello Stradella Consort, Estévan Velardi.

Alessandro Stradella Consort

La politica e l’attività dello Stradella Consort è rivolta prevalentemente al mondo discografico come da statuto associativo, al fine di far conoscere le musiche degli autori registrati ad una platea di ascoltatori più ampia possibile e non limitata ai soli ascoltatori di una sala da concerto. Per questa ragione, pur avendo avuto modo di varcare i confini nazionali con performance in Germania, Svizzera, Polonia ecc. il complesso è noto anche a livello mondiale, dal Giappone agli Stati Uniti alla Russia. Ha partecipato però anche a numerosissimi Festival di musica antica e contemporanea italiani (Festival di Verucchio, Accademia Barocca di Roma, I suoni del tempo di Cesena, Musica nel Parco di Roma, Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Teatro Carlo Felice di Genova, Festival Scarlatti del Teatro Massimo di Palermo, Comune di Milano, Associazione della Musica d Terni, Amici della Musica di Campobasso, Accademia Filarmonica di Messina, Settimana Musicale Senese, San Maurizio di Milano, Festival di Trento, Teatro Verdi di Sassari, Conservatorio di Milano, Conservatorio di Bari ecc.), riscuotendo ovunque sicuri consensi di pubblico e di critica.

Il complesso ha pubblicato CDs con musiche di diverso genere, dallo strumentale, allo strumentale/vocale, compresi Oratorii ed Opere, per le etichette Dynamic , Nuova Era Records,  Bongiovanni, Chandos, Brilliant Classics.

Nel corso del 2017 vedranno la pubblicazione altre composizioni già registrate: di Alessandro Melani, Gli amori di Lidia e Clori, opera in tre atti a 4 personaggi, 2 violini e basso continuo; di Alessandro Scarlatti, la serenata Bel piacer ch’è la caccia riscoperta presso la biblioteca del Conservatorio di musica di Milano nel 2010, e la serenata  Al fragor di lieta tromba composta per celebrare l’onomastico e l’ingresso in Napoli dell’Imperatore Carlo  d’Asburgo e Re di Napoli; di Alessandro Stradella, due CDs con serenate, mottetti e cantate.

 

*

 

Elenco delle registrazioni delle composizioni di Alessandro Stradella ad oggi pubblicate:

 

Il Barcheggio

Sinfonia in Mi maggiore dalla cantata Crudo mar di fiamme orribili

Si apra al riso ogni labbro

Toccata in La minore per cembalo solo

La Susanna

Moro per amore

O di cocìto, oscure deità

Lo Schiavo liberato

Crudo mar di fiamme orribili

Locutus est Dominus

Esule dalle sfere

Vola, vola in altri petti

Fulmini quanto sa quel sembiante lusinghiero

Furie del nero Tartaro

Lasciate ch’io respiri

L’Accademia d’Amore – Olà,olà

Chi resiste al Dio bendato

Qual prodigio è ch’io miri

Sonata a 8 viole con una tromba

Sonata con due violini, due flauti(cornetti), divisi in due cori

Sinfonia n. 11 in la minore

(Sinfonia) n. 22 in re minore

La Doriclea

 

Opere di prossima pubblicazione

Per tua vaga beltade

Qui dove fa soggiorno

Or ch’alla dea notturna

Infinite son le pene

Arsi già d’una fiamma

Disperata rimembranza

Dixit Angelis suis

Apre l’uom infelice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *