Un ritratto di un compositore che, insieme a Monteverdi e Carissimi, è alla base della musica del Seicento italiano: Girolamo Frescobaldi

Girolamo Frescobaldi Daniele Proni

 

Girolamo Frescobaldi (1583-1643) è senza dubbio alcuno la figura più autorevole in ambito tastieristico della prima metà del XVII secolo.

Clavicembalo ed organo, grazie al cospicuo patrimonio compositivo che il ferrarese consegna alle stampe, evolvono sino a divenire strumenti diversi per uso e finalità. La grande indipendenza dagli schemi e l’estrosità dello stile sono gli elementi caratterizzanti della sua scrittura che, anche se “imprigionata” sui ...